Quale data devono avere le cartelle esattoriali per la compensazione con i crediti verso la P.A.?

Il  Dl «Destinazione Italia»ulla compensazione delle cartelle esattoriali.  prevede che "possono ricorrere a tale compensazione le «imprese titolari di crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, per somministrazioni, forniture, appalti e prestazioni professionali, maturati nei confronti delle amministrazioni pubbliche», certificati secondo le modalità previste dai decreti del ministro dell’Economia del 22 maggio 2012 e 25 giugno 2012, «qualora la somma iscritta a ruolo sia inferiore o pari al credito vantato, può essere effettuata, a richiesta del creditore, in conformità a quanto previsto dall’articolo 28-quater del decreto del decreto del Presidente della Repubblica n. 602 del 29 settembre 1973».
Su questa disciplina compensatoria è intervenuto prima il D.L. n. 35/2013, cd. Sbloccadebiti  che ha ampliato l’ambito dei debiti utilizzabili ed ora  il  Decreto  MEF del 24 settembre 2014, pubblicato in Gazzetta il 10 ottobre 2014 ha allungato ulteriormente  il bacino dei debiti utilizzabili, permettendo la compensazione delle cartelle notificate fino al 31 marzo 2014.
 
You’ll need Skype CreditFree via Skype