Affitti non versati e dedotti, elusione se contiguità tra le parti

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 15968 del 25 giugno, è ritornata sul tema dell’elusione fiscale. In particolare, i giudici hanno affermato che non versare i canoni di affitto dell’azienda è operazione elusiva quando vi sia contiguità tra le parti del contratto. E’ il caso, ad esempio, i cui i soci della società conduttrice siano anche componenti, assieme al padre, della compagine sociale della società locatrice. Di conseguenza, è stato ritenuto legittimo l’operato dell’Amministrazione finanziaria che aveva provveduto al recupero, nei confronti della società conduttrice, dei canoni di affitto non versati, a titolo di sopravvenienza attiva.