Bonus bebè solo con ISEE fino a 25 mila euro

Nel testo del Ddl di Stabilità 2015 passato dalla Camera al Senato viene confermato il bonus Irpef di 80 euro introdotto dal Decreto Renzi (D.L. n. 66/2014) per i lavoratori dipendenti con reddito complessivo fino a 26.000 euro, bonus che dal 2015 diventa strutturale. Viene, invece, modificato rispetto alla versione approvata dal Governo il cosiddetto "bonus bebè". Il bonus bebè, che consiste in un assegno di 960 euro all’anno (80 euro mensili) per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2017 corrisposto fino al 3° anno d’età o di ingresso nel nucleo familiare a seguito di adozione, spetterà solo alle mamme aventi un ISEE familiare che non supera i 25 mila euro. Viene, quindi, ristretto l’ambito di applicazione, in quanto nella versione varata dal Consiglio dei Ministri il 15 ottobre l’assegno era riconosciuto a condizione che i genitori avessero conseguito, nell’anno solare precedente a quello di nascita/adozione, un reddito complessivo non superiore a 90.000 euro.