Decreto sblocca – debiti, apertura per il Durc

Per consentire di accedere ai pagamenti della Pubblica Amministrazione anche alle imprese che non sono in regola con in contributi relativi al Durc a causa dei ritardati pagamenti da parte della Pubblica Amministrazione, nel passaggio parlamentare del D.L. n. 35/2013 (Decreto sblocca debiti) si sta valutando l’ipotesi di una remissione in termini, senza comunque derogare agli obblighi futuri. Una soluzione avanzata dalle imprese è quella di considerare valido il Durc di cui l’impresa era in possesso al momento della stipula del contratto o della scadenza del termine di pagamento non rispettato dalla PA. Un’altra soluzione avanzata è quella di ampliare la categoria dei debiti tributari compensabili.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.