Dichiarazione 730 precompilata: comunicazione dati utili entro il 2 marzo

Scade lunedì 2 marzo (in quanto il termine ordinario del 28 febbraio cade di sabato) per l’invio telematico, da parte di assicurazioni, enti previdenziali, banche e altri intermediari finanziari, delle comunicazioni all’Anagrafe tributaria dei dati utili ai fini della predisposizione della dichiarazione 730 precompilata da parte dell’Agenzia delle Entrate. In particolare, tali soggetti dovranno trasmettere, rispettivamente, le informazioni: sugli assicurati e relativi premi detraibili, con esclusione delle polizze concernenti la responsabilità civile e l’assistenza e garanzie accessorie; sugli interessi passivi e oneri accessori per mutui agrari e fondiari; sui contributi previdenziali e assistenziali, esclusi – per il primo anno di applicazione – i contributi versati alle forme di previdenza complementare. I canali telematici utilizzabili per trasmettere le comunicazioni all’Amministrazione fiscale, anche tramite intermediari abilitati, sono diversi: le assicurazioni si servono della piattaforma Sid (Sistema di interscambio dati); gli enti previdenziali, le banche e gli altri intermediari finanziari, invece, dei servizi Entratel o Fisconline. Per quanto riguarda i contributi previdenziali e assistenziali, per il 2014, considerato il carattere sperimentale della dichiarazione 730 precompilato, le forme pensionistiche complementari non sono tenute a trasmettere la comunicazione. Qualora siano stati comunicati dati relativi ai contributi versati alle forme di previdenza complementare, il relativo file va annullato.