• Senza categoria

IL CODICE DIVENTA ARBITRO

Gli accordi economici hanno introdotto un sistema di calcolo dell’indennità di fine rapporto del contratto di agenzia alquanto diverso da quella dell’articolo 1750 del Codice civile. Mentre gli accordi riconoscono all’agente un’indennità calcolata in percentuale sulle provvigioni ricevute nel corso del rapporto, la norma del Codice attribuisce all’agente una cifra variabile, ma comunque non superiore ad un anno di provvigioni, rapportata all’importanza della clientela sviluppata dall’agente alla fine del rapporto. Ciò prende il significato che, ogni metodo di calcolo che riconosca all’agente meno del massimo di un anno di provvigioni deve considerarsi illegittimo, in quanto deroga in peius all’articolo 1751.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.