Immobili e Iva, l’attacco Ue

A fine giugno 2008, la Commissione europea ha trasmesso una lettera di messa in mora all’Italia, relativa alla determinazione dell’Iva sugli immobili. Tale invio è stato motivato dal sospetto che nutre l’Esecutivo comunitario circa la legittimità del poter offerto al Fisco italiano di rettificare in modo sistematico la base imponibile Iva, per adeguarla a valori normali di mercato. Il Governo italiano ha a disposizione due mesi di tempo per presentare le proprie argomentazioni in materia.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.