In vista controlli a tutto campo per i non congrui

La decisione riguardante l’adeguamento agli studi di settore, deve tener conto della posizione di questi ultimi nell’ambito delle strategie di controllo che verranno poste in essere da parte dell’Amministrazione Finanziaria. L’Agenzia delle Entrate, con la circolare 13/E/2009, ha affermato che gli studi di settore costituiscono un fondamentale strumento di “orientamento”, ai quali deve affiancarsi però un’analisi complessiva del contribuente (redditometro e indagini finanziarie).

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.