Iva, reato di omesso versamento anche senza avviso di accertamento

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 28945 dell’8 luglio 2013, ha ribadito che il reato di omesso versamento dell’IVA dovuta in base alla dichiarazione annuale per un ammontare superiore a 50mila euro, previsto dall’articolo 10-ter del D. Lgs. n. 74/2000, si ha se l’omesso versamento si protrae fino al 27 dicembre dell’anno successivo al periodo d’imposta di riferimento. Non assume rilevanza il fatto che sia stato notificato o meno l’avviso di accertamento tributario, per cui il contribuente non può eccepire, in sede di contenzioso, l’inesistenza di tale notifica.