Modello Red 2018 scadenza 18 maggio 2020

 Con il Messaggio n. 2029  del 15 aprile l'INPS  comunica  la chiusura delle campagne REDEST 2019 e REDEST 2018 dalle ore 24.00 del 18 maggio, per consentire l’avvio delle operazioni di elaborazione centrale delle dichiarazioni pervenute per il 2018 e per il 2017 a seguito di sollecito.

La procedura REDEST 2019 sarà resa nuovamente accessibile contestualmente all’avvio della nuova campagna REDEST 2020, per consentire l’acquisizione delle dichiarazioni che perverranno a seguito di sollecito.

La procedura REDEST 2018, invece, non sarà riaperta: eventuali dichiarazioni per l’anno 2017 giacenti, o che perverranno successivamente, dovranno essere acquisite mediante ricostituzione.

IL  messaggio comunica anche lìavvio della campagna REDEST 2020 a partire dal  prossimo 25 maggio. 

L'Inps aveva comunicato  con il messaggio 1402/2020   il nuovo termine  del 18 maggio di conclusione delle Campagne:

  • RED ordinaria 2019 (anno reddito 2018) e
  • Solleciti 2018 (anno reddito 2017),
  • INV CIV ordinaria 2019 e
  • Solleciti 2018,

(già differito al 31 marzo 2020 con messaggio n. 946 del 05/03/20), a seguito dell'intensificarsi dell'emergenza Coronavirus.

L'INPS  ricorda che dal 2019, sono state escluse dal servizio affidato ai CAF e ai soggetti abilitati all’assistenza fiscale:

  • le dichiarazioni aventi ad oggetto l’eventuale frequenza scolastica dei titolari di prestazioni assistenziali (ICRIC FREQUENZA) e
  • le informazioni relative all’eventuale svolgimento di attività lavorativa da parte dei titolari delle prestazioni di invalidità civile (ICLAV) avvenuti nell’anno 2018.

Il cittadino può rendere direttamente tale comunicazione:

– con il servizio online dedicato “Dichiarazioni di responsabilità”, accessibile con PIN dispositivo, credenziali SPID di secondo livello o con CIE (Carta Identità Elettronica 3.0);

– avvalendosi del Contact Center integrato INPS;

– tramite le Strutture territoriali dell’Istituto.

Per accedere ai servizi online “RED Semplificato” e “Dichiarazioni di responsabilità” e  inviare  la dichiarazione può essere utilizzato:

  •     il PIN dispositivo;
  •     lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) di secondo livello;
  •     la CNS (Carta Nazionale dei Servizi);
  •     la CIE (Carta Identità Elettronica 3.0).