MOSS, approvato lo schema di dati da trasmettere

L’Agenzia delle Entrate, con provvedimento di ieri 23 aprile, ha approvato lo schema di dati (allegati A, B, C e D) da trasmettere telematicamente nell’ambito del regime Mini one stop shop (MOSS), il nuovo regime Iva opzionale applicabile dal 1° gennaio 2015 agli operatori nazionali, alle stabili organizzazioni italiane di operatori extra Ue e agli operatori extra Ue non identificati in alcuno Stato membro, per effetto delle modifiche apportate dalla Direttiva 2008/8/CE alla Direttiva n. 112/2006/CE. La registrazione al mini sportello unico consente agli operatori di dichiarare e versare l’Iva dovuta sui servizi di telecomunicazione, teleradiodiffusione ed elettronici prestati a persone che non sono soggetti passivi Iva (B2C) senza necessità di doversi identificare in ciascuno Stato membro per effettuare gli adempimenti Iva dovuti. Le disposizioni europee sono state recepite dal decreto legislativo 31 marzo 2015, n. 42 (pubblicato in G.U. n. 90 del 18 aprile 2015).