Sanzioni disciplinari e obblighi contrattuali

La Cassazione  civ., sez. lavoro il  10 settembre 2013 con sentenza n. 20715 ha previsto che il grave inadempimento degli obblighi contrattuali che costituisce il presupposto della nozione legale di giusta causa risulta incompatibile con comportamenti del lavoratore che, per le loro concrete modalità e per il contesto di riferimento, ed in particolare per l’esistenza di una conforme prassi aziendale, nota la datore di lavoro, appaiono insuscettibili di porre in in dubbio la futura correttezza dell’adempimento e di determinare la irreparabile lesione del vincolo fiduciario che ispira la relazione di lavoro.