Sul piano di riparto la Gazzetta è insufficiente

La Consulta boccia la norma che fissa il termine per i ricorsi contro il piano di riparto da parte dei creditori ammessi a 20 giorni dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della notizia dell’avvenuto deposito in cancelleria. La pubblicazione, secondo la Consulta, non è sufficiente a far scattare il termine perentorio entro cui proporre contestazioni contro il piano stesso.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.