Voucher lavoro accessorio: gli indirizzi per Sicilia e Bolzano

Come è noto il decreto correttivo del Jobs Act n. 185-2016 ha confermato l'obbligo di comunicazione preventiva delle prestazioni di lavoro accessorio retribuite con voucher . L'Ispettorato nazionale del lavoro con propria circolare n. 1/2016, aveva  comunicato gli indirizzi e-mail delle direzioni territoriali per la maggioranza delle regioni tranne  Sicilia e Trentino Alto Adige .

L’Assessorato della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro della Regione Sicilia, ha fornito il proprio elenco di indirizzi mail cui  vanno inviate le comunicazioni preventive per l'utilizzo dei voucher lavoro (Nota prot. n. 53459 del 19 ottobre 2016).  Questi i recapiti da utilizzare in base al  luogo in cui si svolge la prestazione :

Ispettorato territoriale del lavoro di Agrigento: ipagc00@regione.sicilia.it

Ispettorato territoriale del lavoro di Caltanisetta: ipclc00@regione.sicilia.it
Ispettorato territoriale del lavoro di Catania: ipctc00@regione.sicilia.it
Ispettorato territoriale del lavoro di Enna: ipenc00@regione.sicilia.it
Ispettorato territoriale del lavoro di Messina: ipme00@regione.sicilia.it
Ispettorato territoriale del lavoro di Palermo: ippac00@regione.sicilia.it
Ispettorato territoriale del lavoro di Ragusa: iprgc00@regione.sicilia.it
Ispettorato territoriale del lavoro di Siracusa: ipsrc00@regione.sicilia.it
Ispettorato territoriale del lavoro di Trapani: iptpc00@regione.sicilia.it
 

Per quanto riguarda il Trentino Alto adige , non ci sono  ancora notizie per la provincia di Trento, mentre  la Provincia autonoma di Bolzano ha pubblicato un avviso nel quale specifica che la comunicazione è effettivamente obbligatoria a partire dal 24 ottobre e fornisce in una circolare tutti i dettagli per la compilazione. L'indirizzo mail da utilizzare è voucher@provincia.bz.it

In particolare si ricorda che sono obbligati alla dichiarazione tutti i datori di lavoro ed i liberi professionisti, così come gli imprenditori agricoli. Non sono obbligate alla dichiarazione le Associazioni, le amministrazioni pubbliche e le persone private.  La dichiarazione deve avvenire per ogni singolo  lavoratore e per giorno di lavoro con la precisa indicazione dell’orario di lavorom con eccezione  del settore agricolo dove, in una singola dichiarazione, possono essere indicati sino a tre giorni successivi di lavoro. I dati CF datore- CF lavoratore – giorno e ora  sono da indicare nell'oggetto della mail  mentre il campo testo va lasciato vuoto.